Che cos’è l'”obsolescenza programmata” e in che modo influisce sui miei dispositivi?

Un mucchio di gadget obsoleti.
Damrong Rattanapong / Shutterstock

L'”obsolescenza programmata” è una strategia che rende i prodotti obsoleti in modo che richiedano frequenti sostituzioni. Ciò costringe i consumatori a spendere di più acquistando prodotti più frequentemente. Ecco di cosa si tratta e in che modo influisce sui dispositivi che stai utilizzando in questo momento.

I tuoi dispositivi scadranno

Nel 2017, Gli utenti di Reddit hanno scoperto che Apple stava utilizzando gli aggiornamenti software per rallentare o rallentare le prestazioni dei vecchi iPhone, presumibilmente per migliorare la salute della batteria. Alla fine si è conclusa nel 2020 con un accordo legale di $ 500 milioni. La mancanza di comunicazione di Apple sui rallentamenti – non è stata rivelata ai consumatori prima che i ricercatori lo scoprissero – ha portato un dibattito sull'”obsolescenza pianificata” in prima linea nel mondo della tecnologia.

L’obsolescenza programmata è un modo di progettare un prodotto in modo che diventi obsoleto dopo un certo tempo. Può influenzare i tuoi dispositivi in ​​diversi modi, ma il suo scopo principale è farti passare a un gadget più recente.

RELAZIONATO: Come rivendicare i tuoi soldi dalla causa di rallentamento dell’iPhone di Apple

Come si crea l’obsolescenza programmata

Un mucchio di vecchi smartphone.

Mentre l’esempio di Apple (silenziosa) che rallenta gli iPhone di proposito è un potenziale caso degno di nota di obsolescenza pianificata, non è l’unico modo in cui i produttori possono rendere obsoleto un prodotto.

Un modo è interrompere completamente gli aggiornamenti del software. I telefoni cellulari Android sono i maggiori colpevoli di questo. Sebbene la linea Pixel di Google venga aggiornata per un tempo ragionevolmente lungo, molti dispositivi di fascia media sul mercato ricevono solo fino a due anni di aggiornamenti Android e un singolo aggiornamento importante della versione Android. Questo è il motivo per cui molti dispositivi non saranno affatto sulla versione più recente di Android, anche al momento della vendita. Questi impediscono ai telefoni di ricevere nuove funzionalità, aggiornamenti delle prestazioni e patch di sicurezza cruciali.

Un altro modo è la compatibilità. Nel tempo, un dispositivo potrebbe non funzionare correttamente con le applicazioni e i software più recenti. Ciò è particolarmente vero per i produttori che creano sia hardware che software, come i produttori di console di gioco. Ad esempio, quando Nintendo ha rilasciato una nuova versione del 3DS con specifiche aggiornate, i giochi più recenti hanno funzionato significativamente peggio rispetto alle versioni precedenti del 3DS. Ciò ha costretto gli utenti a cercare versioni più recenti per avere una buona esperienza.

Un’altra scelta progettuale che ha creato l’obsolescenza pianificata è la mancanza di aggiornabilità. La scomparsa della memoria espandibile sui telefoni, le parti non aggiornabili sui laptop e la mancanza di slot di espansione possono ostacolare la longevità di un gadget. Per molti utenti, l’unico modo per migliorare la propria esperienza è acquistare una nuova macchina, che può essere notevolmente più costosa di un potenziale aggiornamento.

Diritto alla riparazione

Una delle questioni più significative e controverse relative all’obsolescenza pianificata è la riparabilità.

Tutti i dispositivi sono soggetti a usura. I telefoni cadono, si graffiano, vengono schizzati dall’acqua e si scuotono continuamente. Il tipo più comune di danno è uno schermo rotto, ma anche altre parti di un dispositivo possono essere danneggiate. Non essere in grado di riparare il dispositivo o rivolgersi a terzi per le riparazioni limita notevolmente la longevità di un dispositivo.

Negli ultimi anni, i dispositivi sono diventati sempre più difficili da riparare a casa. A differenza dei veicoli, dove le parti possono essere facilmente trovate e acquistate, cose come schermi e batterie sono difficili da trovare e raramente vendute dal produttore del dispositivo originale. Ancora peggio è che rendono intenzionalmente i dispositivi difficili da smontare. E se capisci come ripararlo da solo, questo spesso invalida la garanzia.

Un movimento culturale e politico progettato per contrastare questa tendenza si chiama “Right to Repair”. Le leggi sul diritto alla riparazione richiederebbero ai produttori di mettere a disposizione di tutti la documentazione di riparazione e di vendere parti di ricambio e strumenti originali.

RELAZIONATO: Cosa sono le leggi sul “diritto alla riparazione” e cosa significano per te?

Comprare o non comprare

Negozio di scansione iPhone
Mela

Il motivo principale per cui le aziende creeranno strategie di obsolescenza pianificata è costringerti ad acquistare prodotti più recenti e aggiornati.

Un ottimo esempio di questo fenomeno sono le console di gioco, che sono considerate moderne per sei-sette anni e vengono poi gradualmente eliminate per le console più recenti. Gli sviluppatori di giochi smettono di creare giochi per console di generazione precedente e, alla fine, i produttori stessi smetteranno di supportarlo del tutto. Questo ha lo scopo di assicurarti di acquistare una nuova console ogni singola generazione, poiché gli ultimi giochi non usciranno più per la console che possiedi attualmente.

Questo vale anche per i telefoni. La longevità di un telefono varia da persona a persona. Tuttavia, molte persone acquistano un nuovo telefono ogni due o tre anni. Questo può diventare costoso se si considera l’aumento dei prezzi dei nuovi dispositivi, con la maggior parte dei nuovi telefoni di fascia alta al prezzo di oltre mille dollari. Aziende come Apple e Samsung desiderano che gli utenti aggiornino costantemente le ultime e le migliori.

Il futuro dei prodotti sostenibili

Un mucchio di rifiuti elettronici.
Morten B / Shutterstock

A partire dal 2021, molte aziende tecnologiche hanno preso posizione in materia ambientale negli ultimi anni. Hanno introdotto imballaggi riciclabili, ridotto uso di plastica e persino periferiche essenziali escluse come caricare mattoncini e auricolari, presumibilmente per ridurre i rifiuti elettronici. Tuttavia, l’obsolescenza pianificata sta probabilmente causando un accumulo ancora maggiore di rifiuti elettronici. Molte persone hanno più dispositivi vecchi e inutilizzabili a casa o li hanno buttati via. Questi dispositivi probabilmente finiscono nelle discariche o negli impianti di lavorazione.

Se sei preoccupato per l’acquisto di prodotti che presto non saranno supportati e non saranno aggiornati, assicurati di pensare all’intero ciclo di vita del prodotto quando acquisti gadget. Cerca prodotti facili da riparare e aggiornare.