Green pass dopo la prima o la seconda dose: quanti giorni per ottenerlo

Continuare a rendere disponibile il green pass dopo la prima dose oppure cambiare le regole e concederlo solo a seguito della seconda, finito il richiamo del ciclo vaccinale. Con l’incremento dei contagi causati dalla variante Delta del Covid, il governo Draghi si interroga sulle misure di contenimento, anche perché – con questo andamento dei casi – alcune regioni sono a rischio zona gialla. Molte le ipotesi sul tavolo. Quindi dopo quanti giorni dal vaccino si può ottenere adesso il green pass in Italia: dopo la prima o la seconda dose?

Prima dose del vaccino: dopo quanti giorni arriva il green pass europeo

Al momento per ottenere il green pass è necessario che passino 15 giorni dopo la prima dose di vaccino, sia esso Pfizer, Moderna, AstraZeneca o Johnson & Johnson: la certificazione verde arriva direttamente sull’app IO oppure si può richiedere online e sull’applicazione Immuni anche senza Spid, usando la tessera sanitaria, quando si riceve il codice inviato via SMS o mail. Le altre due vie per richiedere il certificato sono queste: fare un tampone (così il certificato dura soltanto 48 ore) o dimostrare di essere guarito dal Covid nei 6 mesi precedenti (il “lasciapassare” è valido fino a 6 mesi dalla data di certificazione della guarigione).

Con le regole attuali, il green pass europeo serve per viaggiare verso gli altri Paesi dell’area Schengen senza quarantena e in Italia per andare a trovare gli anziani nelle Rsa e per partecipare a feste di matrimonio oppure a ricevimenti dopo cerimonie civili e religiose. Tutte le informazioni sul sito www.dgc.gov.it.

Green pass, quanti giorni dopo la seconda dose?

Secondo gli ultimi studi, una sola dose di vaccino protegge solo parzialmente dalla variante Delta del Covid, mentre la copertura è intorno al 90% dopo la seconda dose: per questo il governo sta pensando a cambiare le regole su quanti giorni sono necessari per ottenere il green pass. Le forze di maggioranza che sostengono l’esecutivo Draghi sono piuttosto concordi. Presto anche in Italia, come in altri Paesi europei, si riceverà il green pass solo dopo la seconda dose, e non più dopo 15 giorni dalla prima, anche se non è ancora chiaro se si otterrà il certificato subito dopo il richiamo o se bisognerà aspettare altri 7-10 giorni, ossia il periodo necessario perché il siero di immunizzazione faccia effetto.

Quando arriva la decisione sulla certificazione verde e sull’obbligo in ristoranti e bar

Il tema delle dosi necessarie per ottenere il green pass sarà al centro della cabina di regia del governo Draghi prevista per la settimana del 19 – 25 luglio. Si passeranno al vaglio anche le situazioni in cui rendere obbligatorio il green pass: certa l’introduzione del certificato verde per le discoteche (quando saranno aperte), probabile per gli eventi sportivi allo stadio e i grandi concerti. Al centro delle polemiche invece l’eventualità di prevedere il green pass obbligatorio anche per ristoranti al chiuso e bar


Fonte diritti Articolo Originale

I contenuti presenti sul portale vengono pubblicati attraverso un sistema automatico, non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e i contenuti pubblicati. Il sito è solo a scopo informativo per semplificare la ricerca di tutte le attuali notizie in un unico portale. Se vuoi rimuovere questo articolo puoi contattarci sulla pagina Facebook.

Tutto notizie è un sito di notizie che offre principalmente notizie di Calcio, Gossip, serie Tv/Film, notizie di intrattenimento, notizie sui videogiochi, oroscopo e molto altro ancora. Aiutiamo gli utenti ogni mese a trovare le informazioni di cui hanno bisogno.