Mkhitaryan: ‘L’espulsione a Pellegrini fa male, il secondo giallo non c’era’

Condividi su:

Le parole dell’armeno a fine match: “Pedro? Penso che sarà meglio sentirci dopo la partita perché prima pensano tutti alla gara”

Henrikh Mkhitaryan è tornato titolare dopo il match con il Verona e ha contribuito alla vittoria della Roma con l’Udinese. L’armeno ha detto la sua a fine match e ha parlato anche dell’espulsione di Pellegrini.

“L’obiettivo era di vincere questa partita dopo una sconfitta a Verona. Era dura perché abbiamo perso 3-2. Oggi era importante vincere e prepararsi per il derby.

Partita che è cambiata. Primo tempo più aggressivo, con la Roma che pressa molto alto. Secondo tempo qualche errore anche in fase di impostazione. Come ha detto Mourinho, questa squadra. continua a lottare perché questo è lo spirito che deve avere in tutte le partite. Anche se abbiamo un po’ mollato il secondo tempo, abbiamo controllato la partita difensivamente. Non sempre dobbiamo controllare la partita con le palla. L’Udinese è una bella squadra, loro ci hanno fatto difendere e così abbiamo fatto il meglio per essere sicuri dietro.

Anche perché è sempre meglio vincere, visto che questa squadra ha ampi margini di crescita. C’è sempre modo per migliorare, anche noi crediamo che possiamo fare meglio. Andiamo avanti passo dopo passo e speriamo che a fine stagione possiamo parlare che abbiamo fatto il meglio, di cosa abbiamo fatto bene e di cosa abbiamo fatto male. C’è sempre spazio per migliorare, c’è sempre qualcosa da far meglio. Spero che con questa squadra possiamo fare più di quanto abbiamo fatto l’anno scorso.

Quanto era importante dopo la sconfitta ripartire con i 3 punti? Soprattutto perché è una settimana che porta al derby... Era importante vincere stasera e portare a casa 3 punti perché sappiamo che tra tre giorni giochiamo il derby, è importante per la mentalità e per le ambizioni.

Come era il clima nello spogliatoio con Pellegrini? Non posso dire niente ma è un errore che fa male per noi, abbiamo perso il nostro capitano per il derby. E’ un leader, trascina la squadra che va dietro lui. Abbiamo perso un giocatore importante ma speriamo che non succederà più. Non c’era il secondo giallo mi sembra. Ora dobbiamo pensare alla partita di domani

Prima mi sono sbilanciato dicendo che saresti il sostituto ideale per Pellegrini, pensi che potresti esprimerti al meglio? Posso giocare in questo ruolo ma decide il mister se giocherò come seconda punta, come 10 o come ala. E’ importante vincere, non mi importa se giocherò come ala o dietro l’attaccante. L’importante è dare il contributo e vincere le prossime partite.

L’ultimo derby è stato deciso dal tuo gol e da quello di Pedro che ora è alla Lazio. Vi sentirete o scaramanzia? Penso che sarà meglio sentirci dopo la partita perché prima pensano tutti alla gara. Dopo avremo tempo di parlare e di comunicare.

Fonte diritti Articolo Originale

I contenuti presenti sul portale vengono pubblicati attraverso un sistema automatico, non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e i contenuti pubblicati. Il sito è solo a scopo informativo per semplificare la ricerca di tutte le attuali notizie in un unico portale. Se vuoi rimuovere questo articolo puoi contattarci sulla pagina Facebook.

Tutto notizie è un sito di notizie che offre principalmente notizie di Calcio, Gossip, serie Tv/Film, notizie di intrattenimento, notizie sui videogiochi, oroscopo e molto altro ancora. Aiutiamo gli utenti ogni mese a trovare le informazioni di cui hanno bisogno.

Condividi su:
Enable referrer and click cookie to search for pro webber