“Only Murders In The Building”: indizi, sospetti e bugie tra una risata e l’altra

Condividi su:

Hai presente l’imbarazzo che aleggia in ascensore quando non c’è confidenza? Di sicuro è molto meglio di quanto è successo a Mabel (Selena Gomez) che non può immaginare a cosa dia il via il suo bizzarro incontro proprio in ascensore con due uomini parecchio strani: Charles (Steve Martin) e Oliver (Martin Short). Dal genio comico Steve Martin, insieme a Dan Fogelman (creatore di This Is Us) e John Hoffman, arriva su Star di Disney+ in esclusiva nei mercati internazionali la serie Star Original “Only Murders In The Building” con i primi due episodi da martedì 31 agosto su Star.

Dopo “Grace and Frankie” e “Looking” Steve Martin e John Hoffman prendono la penna in mano per scrivere la sceneggiatura di questa serie di cui sono anche co-creatori e produttori esecutivi. Martin Short, Selena Gomez, Jamie Babbitt, Dan Fogelman e Jess Rosenthal si aggiungono al team come executive producer, ma la vera bomba di questa serie è il cast.

Steve Martin (Charles) in una scena di
Steve Martin (Charles) in una scena di “Only Murders In The Building”. Credits: Disney+/Star

continua a leggere dopo la pubblicità

Steve Martin è una garanzia: classe 1945, è al sesto posto tra i cento migliori comici di sempre di Comedy Central. Le nomination ai Golden Globe 1996 come miglior attore in un film commedia o musicale e agli American Comedy Awards 1996 come attore più divertente ne “Il padre della sposa 2” sono una delle tante conferme. La sua filmografia è un tuffo nella comicità: quasi sempre scelto come attore per il grande schermo, “Only Murders In The Building” è la prima serie tv in cui ha un ruolo continuativo.

Martin Short (Oliver)  in una scena di
Martin Short (Oliver)  in una scena di “Only Murders In The Building”. Credits: Disney+/Star

L’atmosfera all’insegna dell’ironia si surriscalda ancor di più se al suo fianco c’è un attore come Martin Short, candidato sette volte agli Emmy per il suo talk show “The Martin Short Show”, con cui ha portato in tv il suo talento comico. Tra l’altro, per lui e Steve Martin, “Only Murders In The Building” è un ritrovarsi sul set: entrambi hanno recitato ne “Il padre della sposa” nel 1991 e nel sequel, “Il padre della sposa 2”, uscito quattro anni più tardi.

Selena Gomez (Mabel) in una scena di
Selena Gomez (Mabel) in una scena di “Only Murders In The Building”. Credits: Disney+/Star

continua a leggere dopo la pubblicità

A completare il quadro dei protagonisti c’è la cantante e attrice Selena Gomez. Fino al 2012 membro della band Selena Gomez & the Scene, ha ormai una carriera avviata da solista. Lose You to Love Me, ad esempio, è un singolo del 2019 che riscuote un successo tale da collocarsi al primo posto nella Billboard Hot 100 statunitense. Fin da bambina è apparsa in diverse serie televisive e la ricordiamo per il ruolo di Alex Russo ne “I maghi di Waverly”. Più di recente il suo nome torna a essere sulla bocca di tutti in quanto una dei produttori esecutivi della famosa e controversa serie tv Netflix “Tredici”.

Divertente, coinvolgente e non scontata: “Only Murders In The Building” è una serie murder mystery in cui ridicoli colpi di scena sono la parola d’ordine. Cosa succede quando i tre perfetti estranei di cui abbiamo accennato sopra si incontrano per caso, scoprono di avere in comune la passione per il genere true crime e – ironia della sorte – sono coinvolti all’improvviso in un vero delitto? Un delirio che definire assurdo è poco! Vivono tutti e tre in un palazzo esclusivo dell’Upper West Side, sconvolto da un’orribile morte. L’ossessione condivisa per le storie che raccontano fatti di cronaca reali li porta a pensare che si tratti di un assassinio. Quando a tutti gli effetti la morte del povero Tim viene dichiarata un omicidio, proprio la loro passione comune diventa il timone per investigare. La conoscenza del genere true crime potrebbe aiutarli a scovare l’assassino. Oppure no.

Quella che potrebbe essere una serie dai toni cupi, è invece una coinvolgente storia in dieci episodi in cui non manca mai la battuta che ci strappa un sorriso. Il terzetto è alquanto improbabile e consapevole che “tutto questo non ha senso”. Se chi ben comincia è a metà dell’opera è meglio partire dal principio.

Fare irruzione a casa di un morto e rovistare” per trovare chi sa cosa? “Un pomeriggio come un altro” per l’ironica Mabel. D’altra parte lo sanno tutti: per risolvere un caso servono indizi. Il colpo di genio che rende questo trio unico, però, è la scelta di registrare un podcast per documentare quanto scoperto. Senza rendersene conto si addentrano nei segreti del palazzo, in scheletri nell’armadio che risalgono a tanti anni prima. La svolta è la presa di coscienza – mai troppo seriosa – che c’è un assassino in fuga e che, in realtà, potrebbe essere proprio un condomino!

continua a leggere dopo la pubblicità

Il metodo non è sbagliato: scattare foto ai vicini per scoprire indizi sulla verità è una buona pista, se non fosse che Charles pensa che, mascherandole da selfie, possano destare meno sospetti… Questo è solo un esempio delle tante bravate dei nostri bizzarri eroi. La verità è che tutti nascondono un segreto. Quindi tieni gli occhi aperti perché anche il più insignificante dettaglio può essere un segnale. Tra bugie scottanti, pane e ironia, stai all’occhio perché le risate sono dietro l’angolo!

I primi due episodi della serie Star Original Only Murders In The Building sono disponibili in streaming dal 31 agosto su Star di Disney+

Fonte Articolo Originale

I contenuti presenti sul portale vengono pubblicati attraverso un sistema automatico, non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e i contenuti pubblicati. Il sito è solo a scopo informativo per semplificare la ricerca di tutte le attuali notizie in un unico portale. Se vuoi rimuovere questo articolo puoi contattarci sulla pagina Facebook.

Tutto notizie è un sito di notizie che offre principalmente notizie di Calcio, Gossip, serie Tv/Film, notizie di intrattenimento, notizie sui videogiochi, oroscopo e molto altro ancora. Aiutiamo gli utenti ogni mese a trovare le informazioni di cui hanno bisogno.

Condividi su: