Quando esce il nuovo decreto Draghi su blocco licenziamenti e cashback

In arrivo un nuovo decreto del governo Draghi sul blocco dei licenziamenti e sullo stop al cashback a luglio (sospeso per 6 mesi), ma sul tavolo del Consiglio dei Ministri ci sarà anche la questione della riapertura delle discoteche durante l’estate 2021, ancora ferme per effetto del “vecchio” Dpcm anti-Covid. Sono questi alcuni dei temi al centro del dibattito politico degli ultimi giorni. Ma quando esce il nuovo decreto Draghi e quando  arriva il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale?

Nuovo decreto Draghi luglio 2021: quando esce in Gazzetta Ufficiale

Il testo del nuovo decreto legge Draghi arriva in Consiglio dei Ministri nel pomeriggio di oggi, 30 giugno, in modo tale da entrare in vigore a luglio. La riunione è prevista al momento per le ore 16.  Il passaggio avviene dopo l’intesa con le parti sociali sulla questione del blocco dei licenziamenti, mentre ormai si dà per certo la sospensione del cashback dal 1° luglio 2021, nonostante le proteste del Movimento 5 Stelle.

Per capire quando esce in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo nuovo decreto Draghi sul blocco dei licenziamenti e sullo stop al cashback, bisogna prendere in considerazione i tempi stretti in cui deve entrare in vigore il provvedimento. Dal 1° luglio scade il divieto di licenziare e quindi per mantenerlo solo per alcuni settori bisognerà fare presto. Se tutto filerà liscio, dopo l’approvazione del Consiglio dei ministri il decreto arriverà al Quirinale per la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel giro di poche ore e sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1 luglio.

Cosa prevede il dl: blocco licenziamenti, stop cashback e discussione sull’apertura delle discoteche

Il governo ha trovato un accordo con i sindacati e le categorie economiche per la fine del blocco dei licenziamenti dal 1 luglio: quando uscirà il nuovo decreto Draghi, resterà il divieto di licenziare solo per l’industria tessile, per quella della moda e per il settore calzaturiero, duramente colpiti dall’emergenza Covid. Verranno introdotte inoltre 13 settimane di cassa integrazione gratuita per tutte le aziende con tavoli di crisi ancora aperti, imprese che non potranno licenziare se non dopo aver esaurito la cig.

E ancora, cashback sospeso dal 1 luglio 2021: questa l’intenzione di Draghi e di buona parte del governo, anche a seguito dei richiami della Banca centrale europea. Sul tema si è registrata la levata di scudi dei grillini, ma difficilmente potranno spuntarla nel Consiglio dei ministri che darà l’ok al nuovo decreto legge. Il pagamento dei rimborsi per il primo semestre del cashback ci sarà, tuttavia dopo il 30 giugno il progetto non continuerà. Verrà fermato per 6 mesi e molti temono che successivamente sarà annullato anche per il prossimo anno. Sul fronte della riscossione delle cartelle esattoriali arriverà una nuova proroga di due mesi, fino al 31 agosto.

Al centro del confronto del Consiglio dei Ministri finirà inoltre la riapertura delle discoteche durante questa estate 2021. Il centrodestra spinge per dare il via libera ai balli dal prossimo weekend (3 luglio), altri invece puntano sul 10 luglio. Non è ancora chiaro se l’apertura delle discoteche rientrerà nel nuovo decreto o se bisognerà aspettare un provvedimento ad hoc per veder decadere il divieto del vecchio Dpcm.


Fonte diritti Articolo Originale

I contenuti presenti sul portale vengono pubblicati attraverso un sistema automatico, non ci assumiamo nessuna responsabilità sui diritti e i contenuti pubblicati. Il sito è solo a scopo informativo per semplificare la ricerca di tutte le attuali notizie in un unico portale. Se vuoi rimuovere questo articolo puoi contattarci sulla pagina Facebook.

Tutto notizie è un sito di notizie che offre principalmente notizie di Calcio, Gossip, serie Tv/Film, notizie di intrattenimento, notizie sui videogiochi, oroscopo e molto altro ancora. Aiutiamo gli utenti ogni mese a trovare le informazioni di cui hanno bisogno.